The True Blues Band

La formazione veronese The True Blues Band è nata nell’anno 2009 con l’idea iniziale di riunire in un’unica formazione diversi strumentisti, in grado di fornire una base solida ai numerosi artisti Blues internazionali in tour in Italia. Insomma, una specie di “national blues band”, dove il gruppo di casa è in realtà nazionale più che locale. Con questo intento la True Blues Band, negli scorsi anni, ha già affiancato in una serie di concerti il bluesman gallese Rowland Jones, l’americano James Thompson, saxophonista e sessionman di lusso, Carl Wyatt e Archie Lee Hooker.

Dal 2010, inoltre, la formazione ha modo di accompagnare i migliori bluesmen nazionali, in occasione dei raduni nazionali di Blues Made In Italy, team collaborativo di comunicazione, senza scopo di lucro, nato per la promozione e la diffusione del Blues italiano.

La The True Blues Band è sempre stata una formazione aperta, sull’esempio delle formazioni inglesi di blues dalle quali ha preso spunto: la Blues Incorporated di Alexis Korner e John Mayall & The Bluesbreakers, nonché l’italiana Guido Toffoletti’s Blues Society. Il nucleo base della The True Blues Band è formato da Valter Consalvi (vocals & rhythm guitars), Lorenz Zadro (guitars), Matteo Vallicella (electric & double bass), Filippo Romano (piano & keys), Giacomo Aio (drums).

Nei primi mesi del 2012 la band ha inciso un album dal titolo “TBB & Friends”: un’ambiziosa opera collettiva che si avvale del supporto di tredici musicisti ospiti oltre alla band stessa, per un prodotto a più mani, costituito per lo più da brani autentici a firma di Consalvi e Zadro, che riflettono storie di vita quotidiana, il dramma della disoccupazione, la lotta alla mafia, le problematiche professionali di chi fa il musicista, la nostalgia per la terra d’origine, ricordi sentimentali e un omaggio agli eroi dimenticati di El Alamein.

Durante i concerti, al nucleo base della The True Blues Band si alternano musicisti inglesi e/o americani o ospiti italiani, con i quali la The True Blues Band ha avuto modo di collaborare, sia su disco ma anche in formazioni stabili per una serie di concerti.

CONTATTI

Sito web: www.thetruebluesband.com
Facebook: www.facebook.com/thetruebluesband
YouTube: www.youtube.com/thetruebluesband

Mike Sponza Band

Con l’uscita a luglio 2011 del doppio album “Continental Shuffle”, inedita e innovativa iniziativa discografica che vede coinvolti nel progetto artistico 35 musicisti di 13 paesi europei, il chitarrista, cantante e compositore italiano Mike Sponza, consolida ulteriormente nonche’ ampiamente, la sua immagine sulla scena blues internazionale. Dopo 20 anni d’intensa carriera artistica – che lo hanno visto on stage nei piu’ blasonati festival dedicati al Chicago sound – e discografica, si conferma, senza alcun dubbio, come uno dei protagonisti di maggior spicco del blues europeo. La fortunata partnership musicale (artistica) con Bob Margolin, il leggendario membro della Muddy Waters Band, oltre a una granitica amicizia, si e’ concretizzata in quattro intensi tour da un capo all’altro dell’Europa, con concerti “sold out” in Francia, Germania, Olanda, Belgio, Danimarca, Ungheria, Slovenia, Serbia, Croazia e Austria. Un successo ampiamente testimoniato da una copiosa rassegna stampa, tanto e’ vero, che Bob ha deciso, pressoche’ su due piedi, di incidere assieme alla Mike Sponza Band – una band italiana – l’album “Blues around the world”, pubblicato negli Stati Uniti dall’etichetta Vizztone Record, uscito a marzo 2012. Album che i magazine americani di settore, hanno gia’ recensito come “the strongest album” della carriera da solista di Margolin. Che ad aprile, e quindi nel giro di poche settimane, si era gia’ saldamente posizionato al 10mo posto nelle classifiche blues statunitensi. Il “guru del blues italiano” (Corriere della Sera nel 2009), “il piu’ visionario bluesman europeo” (la rivista inglese Blues Matters 2009): questi alcuni tra gli entusiastici appellativi che Mike si e’ guadagnato negli anni da parte dei media, assieme a numerose recensioni a 5 stelle, interviste e copertine sui piu’ autorevoli magazine europei, musicali e non. Grande sostenitore della collaborazione tra musicisti, dal 2006 si esibisce regolarmente con Ian Siegal, acclamato come il piu’ importante bluesman inglese contemporaneo, con i performer inglesi Georgie Fame e Dana Gillespie, americani Joyce Yuille, Angela Brown, Carl Verheyen. E in passato, anche con il compianto Louisiana Red. Dal 2005 e’ l’anima e il promotore dell’unico “collettivo blues” internazionale stabile, il progetto musicale “European Blues Convention”.
Granitica la spina dorsale della Mike Sponza Band, che si avvale di una sezione ritmica tra le piu’ “robuste”d’Europa. Vale a dire, Mauro Tolot al basso e Moreno Buttinar alla batteria. Per il 2012 la band ha in mente di andarci giu’ pesantemente con uno show denso di blues moderno, composto esclusivamente da brani originali, che pescano senza paura sia dal sound delle radici, sia dal R&B, dal rock e dal soul.
Line up:
MIKE SPONZA – voce/chitarra

MAURO TOLOT – basso/voce

MORENO BUTTINAR – batteria

Disponibile con band (trio-quartetto-sestetto) oppure con i seguenti ospiti: JOYCE YUILLE (USA), BOB MARGOLIN (USA), IAN SIEGAL (UK).

Mike Sponza
www.mikesponza.com
FB: mike sponza
Skype: mikesponza69

Gabriel Delta

Chitarrista, cantante, compositore e bandleader, Gabriel Delta è stato sedotto dal blues di B.B. King durante la sua gioventù a Buenos Aires. Nel 1988 è emerso nella competitiva scena musicale argentina grazie a un’attenta alchimia sonora che fondeva elementi del blues chitarristico del periodo d’oro (oltre a B.B., maestri gli furono i due altri sovrani dello strumento, Albert e Freddie King) con l’inventiva del be-bop e l’espressionismo funky e rhythm & blues.

Tuttavia, Gabriel non ha mai tradito le sue radici latine, alternando nelle canzoni l’uso dell’inglese a quello della madrelingua e integrando nel repertorio i panorami musicali di Memphis e Chicago con quelli pop e folk della sua terra.

La formula, sperimentata con successo in America Latina, si rivelerà vincente anche nella nuova fase della sua carriera. Trasferitosi in Italia nel 2003, diviene protagonista e cittadino in Europa con il gruppo Gabriel Delta & The Hurricanes, costituito insieme al fratello batterista Fernando “Conejo” Trombetta e altri musicisti locali.

Durante la sua carriera bicontinentale, estesa anche al Nord America in ripetuti, fortunati tour nella terra del blues, Gabriel Delta ha condiviso palcoscenici, session, e festival con i massimi esponenti del blues contemporaneo, compresi B.B. King, James Cotton, Eugene “Hideaway” Bridges, Taj Mahal, la Blues Brothers Band e Watermelon Slim e tanti altri.

Musicista esperto e versatile, Gabriel Delta conosce bene le dinamiche del blues elettrico ma dà il suo meglio anche in episodi “roots”, più sommessi e scevri di amplificazione, come dimostra nell’album acustico “Roots” del 2005, e “Kusiwan” del 2007 registrato a Vercelli e masterizzato a Buenos Aires. Nella lingua delle popolazioni quechua, native di Argentina, “Kusiwan” è l’invito a vivere la vita con allegria e determinazione in ogni circostanza; un atteggiamento filosoficamente bluesy che ben si adatta alla personalità del musicista, anche quando sceglie di esprimersi al di là della familiare struttura delle dodici misure.

In brani inventivi e originali che hanno ormai raggiunto lo status di blues standard, Gabriel Delta dichiara di appartenere a un mondo musicale ormai condiviso, in cui la globalizzazione non è necessariamente sinonimo di conformismo. “Only With My Soul” è la sua personale, sincera dichiarazione d’amore al blues: il cantante confessa di essere nato molto più a sud del Mississippi, ma rivela (e potrebbe farlo anche senza parole) che le credenziali per suonare come suona stanno nella sua anima.

Edoardo Fassio

Contacts:

booking@gabrieldelta.com

www.gabrieldelta.com