Matt Biondi

Michele Biondi nasce a Lucca. La musica è di casa grazie ai nonni polistrumentisti ed a 14 anni inizia a studiare chitarra e Musica, da autodidatta, imparando da amici musicisti e seguendo le lezioni del chitarrista Gorby Marraccini (Zucchero, Rick Hutton). La scoperta del blues avviene a sedici anni grazie all’amico chitarrista Vittorio Pecchia (The Fabulous Crekers).

A 19 anni l’incontro con il cantante e compositore americano Bruce Borrini di cui diventa allievo.

A 21 anni ottiene il ruolo di prima chitarra in ‘Euro Big Band Italiana’ con cui suona blues, swing e rock’n roll in Italia, Francia e Portogallo; inoltre, segue e coordina i corsi di Musica dell’attività studentesca dell’Università di Pisa.

Un paio di anni dopo fonda la band toscana ‘The Blues Basket’ con cui suona in tutta la Toscana, registra un omonimo EP e, nel 2005, risulta finalista del concorso ‘Pistoia Blues In’ del blasonato Pistoia Blues Festival.

Successivamente, si trasferisce per circa tre anni nel nord Italia, dove suona con la band Chicago Blues ‘Cotton Jugs’ e dove ‘ottiene’ il soprannome ‘Matt’!

Al rientro in Toscana entra a far parte della band ‘I Dinosauri del Blues’ con cui nel 2009 chiude l’edizione di ‘Lugano Blues Nights’ e partecipa al ‘Bluesacco Festival’.

Nello stesso anno fonda la band ‘Locomotive Breath’, il cui primo disco ‘Shuffle Train’ ottiene consensi in Italia e Svizzera, permettendogli di calcare il palco di festival quali ‘British Blues’, ‘Trend&Blues’, ‘Lugano Blues Nigths 2011’, ‘Blues in Town’, ‘Ferrara Buskers’; parallelamente si intensificano anche i concerti in solo e matura l’idea di un proprio disco che uscirà prossimamente.

Discografia: The Blues Basket, Shuffle Train.

Live@: Lugano Blues Nights, Bluesacco Festival, British Blues, Trend & Blues, Lugano Blues Nigths, Blues in Town, Ferrara Buskers.

Contatti: http://www.mattbiondi.it/

Michele Biondi was born in Lucca. Music is in his life earlier, thanks to grandparents multi-instrumentalists. At 14 he begin to study guitar and music: self-taught, learning from friends, musicians and following the lessons of the guitarist Gorby Marraccini (Sugar, Rick Hutton).

He discover the blues at 16, thanks to his friend and guitarist Vittorio Pecchia.

At 19, he met the american singer and songwriter Bruce Borrini of whom he became a student.

At 21 he got the role of lead guitar in ‘Italian Euro Big Band’ playing blues, swing and rock’n’roll in Italy, France and Portugal; also, oversees and coordinates the guitar lessons for the ‘University of Pisa Student Activity Group’.

About two years after, he found the blues band ‘The Blues Basket’ playing all around in Tuscany, recording an EP and joining the Pistoia Blues Festival Challenge as finalist.

In 2005 he moves in northern Italy for about three years, playing with the Chicago Blues band ‘Cotton Jugs’. During this period he ‘get’ the nickname ‘Matt’!

Upon returning to Tuscany he join the band ‘The Dinosaurs of the Blues’ playing at the 2009 edition of ‘Lugano Blues Nights’ and at ‘Bluesacco Festival’. In the same year he found the band ‘Locomotive Breath’, whose first album ‘Shuffle Train’ gains favor in Italy and Switzerland, allowing to tread the stage at festivals such as ‘British Blues’, ‘Trend & Blues’, ‘Lugano Blues Nigths 2011’, ‘Blues in Town’, ‘Ferrara Buskers’. Just the same he intensify the solo concerts and matures the idea of an its own cd that will be released soon.

Discography: The Blues Basket, Shuffle Train.

Live@: Lugano Blues Nights, Bluesacco Festival, British Blues, Trend & Blues, Lugano Blues Nigths, Blues in Town, Ferrara Buskers.

 Contatti: http://www.mattbiondi.it/

Marco Pandolfi

Marco Pandolfi è presente da venti anni sulla scena blues italiana suonando alle più importanti manifestazioni della penisola e guadagnandosi la stima dei maggiori musicisti blues in Italia e all’estero. Le sue performance ed i suoi dischi sono stati recensiti dalle più autorevoli riviste del settore (Il BLUES, Blues Revue, Soul Bag, Blues in Britain Magazine…) e la sua musica trasmessa nei programmi radio di tutto il mondo (B.B.King’s Bluesville on XM radio USA, King Biscuit Time-Helena AK, WWOZ New Orleans…). E’ l’unico musicista blues italiano ad aver partecipato due volte all’INTERNATIONAL BLUES CHALLENGE di Memphis, TN (USA): nel 2006 con la band Marco Pandolfi & the Jacknives (rappresentando l’Associazione Roots and Blues di Parma) e nell’ultima edizione del 2011 nella categoria solo/duo (rappresentando MOJO STATION di Roma). Ha collaborato con alcuni dei più noti bluesmen a livello mondiale, basti citare Richard Ray Farrell, Paul Oscher, Bob Margolin, Harvey Brooks, Preston Hubbard, Bob Corritore, Willie King, Tom Walbank, David Lee Durham, Paul Cox, King Edward, Bill Howl-N-Madd Perry, Mickey Rogers, Rockin’ Johnny Burgin… Nel febbraio 2012 è uscito il suo nuovo cd “Close The Bottle When You’re Done”. Il disco, registrato live in studio, vede Marco all’armonica, alla chitarra ed alla voce.

Angelo “Leadbelly” Rossi

Una vita per la musica! Dalla metà degli anni ’60 fino ad oggi, innumerevoli sono state le esperienze che Angelo ha sperimentato nel campo musicale. Da musicista di balera a DJ rock, per incamminarsi verso la fine degli anni ’70 nel percorso che lo ha portato a diventare uno dei migliori performer del blues italico. Roots e Mississippi down home blues è quello che propone nei suoi concerti. Le sue performance sono una miscela di blues esplosivo, disordinato e appassionato, che tengono l’ascoltatore inchiodato al proprio posto senza un attimo di tregua. La voce  gli consente cambi tonali improvvisi e laceranti che accompagna a continue alterazioni di tempo. Ogni show è diverso dal precedente. Numerosi viaggi nel sud degli Stati Uniti e la lunga collaborazione con il bluesman Larry Johnson lo hanno portato ad una conoscenza approfondita del genere. Numerose sono le sue partecipazioni ai migliori festival blues nazionali e internazionali.

leadbelly.rossi@tin.it

 

Francesco Piu


Una miscela esplosiva di blues, funky e soul in chiave acustica: questa la formula del sound di Francesco Piu, cantante e chitarrista sardo nato nel 1981. Accompagnando la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica, questo giovane bluesman negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale.
Partecipando ad alcuni tra i più importanti festival del genere (IBC Memphis, Blues To Bop, Pistoia Blues, Narcao Blues, Magic Blues, Santa Blues de Tenerife, Blues en Bourgogne, Salaise Blues, Rootsway – Roots ‘n’ Blues & Food Festival, Trasimeno Blues per citarne alcuni) ha avuto l’onore di aprire concerti per grandi artisti quali John Mayall, Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds, Sonny Landreth, Joe Bonamassa, Larry Carlton e calcato il palco con artisti del calibro di Tommy Emmanuel, Eric Bibb, Roy Rogers, Guy Davis, Andy J.Forest, Sugar Blue, Keith Dunn, Sandra Hall e molti altri.
Dopo aver vinto le selezioni nazionali si è esibito nel gennaio 2010 all’INTERNATIONAL BLUES CHALLENGE di Memphis, Tennessee come rappresentante italiano.
Ma questo non è l’unico dei riconoscimenti conferiti a Francesco Piu: nel 2003 primo premio al concorso “Blues From Sardinia” al Narcao Blues Festival, nel 2008 primo premio al “Out of the Blue’s” di Samedan (SWI) e nel 2011 si aggiudica il prestigioso “Premio Maria Carta”. Ha all’attivo tre album a suo nome. Il primo intitolato BLUES JOURNEY (2007) dove suona tutto da solo. Il secondo, LIVE AT AMIGDALA THEATRE (2010) in trio, con il magistrale supporto di Pablo Leoni a batteria e percussioni e Davide Speranza all’armonica, si aggiudica la palma di MIGLIOR CD DEL 2010 alla II ediz. del “Premio Nazionale Radio Trampa” dedicato alle produzioni indipendenti e ottiene lusinghiere recensioni dalla stampa specializzata.
Un nuovo capitolo della sua discografia si aprirà a febbraio 2012 con la pubblicazione di MA-MOO TONES prodotto da Eric Bibb.

A mix of blues, funky, soul and rock in acoustic way and we have Francesco Piu, defined from Guitar Club magazine “a truly force of nature!”.
Singing and playing acoustic guitar, dobro, weissenborn, banjo, lap steel and harmonica this young sardinian bluesman in the last years has increased his importance in italian and international blues overwiev. Playing in most of important blues festivals (IBC Memphis, Blues To Bop, Pistoia Blues, Narcao Blues, Magic Blues, Santa Blues de Tenerife, Blues en Bourgogne, Salaise Blues, Rootsway – Roots ‘n’ Blues & Food Festival, Trasimeno Blues and many more) opened shows for John Mayall, Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds, Sonny Landreth, Joe Bonamassa, Larry Carlton and he played with artists like Tommy Emmanuel, Eric Bibb, Roy Rogers, Guy Davis, Andy J.Forest, Sugar Blue, Keith Dunn, Sandra Hall and many others. After to have won the italian contest, on january 2010 he played at INTERNATIONAL BLUES CHALLENGE in Memphis, Tennessee, representing Italy.
He recorded three albums: the first called BLUES JOURNEY (2007) where he played on his own, the second called LIVE AT AMIGDALA THEATRE (2010) in trio, the third, MA-MOO TONES (2012) , produced by Eric Bibb.

www.francescopiu.com/






Marcello Milanese

Da più di 20 anni Marcello Milanese vive tutti colori del Blues, supportato da una inconfondibile voce e da un talento chitarristico potente e personale.
Marcello Milanese (one man band)  passa dalle ballad, al rock’n’roll della Sun Records al Blues della Chess di Chicago fino allo slide del Delta.

Marcello Milanese 338 31 68 946
marcelloblues@alice.it